ACCEDI AL Il Gazzettino.it


oppure usa i dati del tuo account

Ciclismo in lutto: è morto il campione francese Raymond Poulidor

Ciclismo in lutto: è morto il campione francese Raymond Poulidor

Il mondo del ciclismo è di nuovo in lutto. Questa notte in Francia, dopo un lungo ricovero, è morto Raymond Poulidor. Aveva 83 anni il leggendario campione francese e nonno di Mathieu van Der Poel e da tutti viene ricordato per i suoi duelli con Anquetil e le gare dove Merckx non lasciava più niente a nessuno. Spesso è stato  ricordato come la “Il Glorioso senza maglia Gialla”, perché Raymond al Tour de France, ha vinto sette tappe senza conquistare mai la classifica generale.  Per 8 volte, a Parigi è salito di fianco al vincitore, ma senza mai provare l’emozione di essere lui l’eroe di Francia. 
Sui Campi Elisi per 5 volte è salito sul terzo gradino e per tre è arrivato secondo: una nel 1964 dietro ad Anquetil, nel 1965 dietro Felice Gimondi e poi nel 1974 alle spalle del Cannibale. Il duello tra il francese e il belga in quell’anno continuerà ancora  e al mondiale di Montreal, Raymond Poulidor arrivò ancora secondo dietro a Merckx. 
Nella sua lunga carriera iniziata nel 1960 e finita nel 1977, il campione nato a Masbaraud-Mérignat, ha vinto tanto. Tra i suoi successi ci sono anche tre medaglie di bronzo ai Campionati Mondiali su strada, la vittoria nel 1964 alla Vuelta di Spagna e la Milano-Sanremo nel 1961. Nel 1963 conquistò anche la Freccia-Vallone. In tanti ricordano la quindicesima tappa del Tour de France del 1968, da Font-Romeau ad Albi, dove Raymond venne fatto cadere da una moto in corsa. Le immagini del suo volto coperto di sangue mentre proseguiva la corsa, fecero il giro del mondo. Forse quel 1968 poteva essere l’anno della sua vittoria al Tour, ma due giorni dopo quella caduta, il campione di Francia fu costretto al ritiro. 
Poulidor è stato uno dei corridori più longevi di sempre e nel 1976 a 40 anni compiuti ancora una volta è arrivato terzo nella classifica generale della Grande Boucle.
Nel grande ciclismo la famiglia dei Poulidor non è finita con la morte di Raymond. A proseguire la tradizione ora c’è Mathieu Van Der Poel, figlio Adrie il campione olandese e Corinne Poulidor, la figlia di Raymond.


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Francesca Schiavone: «Ho avuto un tumore e l'ho sconfitto»
Video

Francesca Schiavone: «Ho avuto un tumore e l'ho sconfitto»

  • Boxe, il campione del mondo Wilder sfida Joshua: «Smettila di nasconderti, combattiamo»

    Boxe, il campione del mondo Wilder sfida...

  • RING EUROPEO - Il campione continentale Rigoldi prepara il match con Shengelia

    RING EUROPEO - Il campione continentale...

  • Eurocup  A Limoges grande  Umana Reyer Venezia: vince 78-71

    Eurocup A Limoges grande Umana Reyer...

  • Diletta Leotta, gaffe incredibile sui "Giardini di Marzo". Paola Ferrari: «Pronta per Sanremo»

    Diletta Leotta, gaffe incredibile sui...

  • Diletta Leotta, la gaffe: "I Giardini di Marzo di Venditti"

    Diletta Leotta, la gaffe: "I Giardini...

  • Il rigore più folle della storia: portiere calcia e abbatte un neon che crolla sui tifosi

    Il rigore più folle della storia:...

  • Mihajlovic ringrazia la moglie e si commuove: «Ti amo amore»

    Mihajlovic ringrazia la moglie e si...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
el diablo fetente
2019-11-13 21:02:27
E' la legge del tempo...l'unica legge veramente "uguale per tutti"....pero' dispiace...addio grande campione

CALCIO

MOTORI

ALTRISPORT