ACCEDI AL Il Gazzettino.it


oppure usa i dati del tuo account

Nuoto, si chiude con Paltrinieri e le nuove regine

Nuoto, si chiude con Paltrinieri e le nuove regine

Le sfide saranno veloci nell’ultimo pomeriggio degli Assoluti di nuoto oggi a Riccione (inizio 16.30): sfide fra le rane dello sprint del “cinquantino”. Mancherà, invece, il lungo duello fra Paltrinieri e Detti, giacché “Gabriele ha finito la benzina” come ha detto il suo allenatore-zio Stefano Morini, Ma non sarà un gioco di scacchiera, lì Gabri, qui Greg, entrambi Morini Boys? “Non sono Allegri, sfortunatamente per il mio conto in banca: non posso ruotare attaccanti e difensori”.

Per la chiusura di questi campionati, che il direttore tecnico della Nazionale Cesare Butini ha definito “eccezionale”, ricordando pure che il tempo limite non è una tagliola, si aspettano altri squilli, la Quadarella nei 400 stile libero e la Panziera nei 200 dorso.

LEI NUOTA DA SOLA
“La Ledecky e le cinesi? Loro sono forti, ma lo sono anche io e l’hi dimostrato l’anno scorso; potremo combattercela”, dice Simona Quadarella finito il “bagnetto” nei 400 stile libero con il miglior tempo, 4:11.53, da abbassare di cinque secondi oggi per il pass modiale. “Ho faticato come sempre in questi campionati”. Ha già vinto 800 e 1500. E fatto i 200 stile libero: “E’ la gara dove mi sono divertita di più: c’è più competizione, ed è pure più corta…”. Le manca una competizione quotidiana, tipo Detti-Paltrinieri? “Un po’ l’invidio, perché è vero che magari una volta vinci e una perdi, ma è bello allenarsi insieme, divertirsi, tirarsi uno con l’altro; per me è una questione di allenamento mentale a fare tutto da sola. Ma ci saranno adesso tre mesi intensi per arrivare bene al mondiale: fin qui è andata benissimo”. Nel ranking per la finale ha due secondi meno della Pirozzi, ed è in finale anche Giulia Salin, classe 2002, attesa a un bel futuro.

LE RANE VELOCI
Duelli affascinanti s’annunciano nella rana veloce, i “cinquantini” chiedono scooters d’acqua. Tra le ragazze punta al triplete (ha già vinto 100 e 200 rana) Martina Carraro, miglior tempo e suo personale stamattina con 30.45. “Stavo bene ed era giusto fare il mio dovere: però sono sconvolta dalla ragazzina”. La ragazzina che potrebbe trasformare nel “triello” di conio televisivo l’eterno duello fra Martina e Arianna Castiglioni, è Benedetta Pilato, classe 2005. Che con 30.74 ha uguagliato il primato nazionale giovanile e che si presenta sfrontata come in vasca: “E’ andata bene, per essere mattina benissimo: sono pronta”. La ragazzina è già stata quinta nei 100.

Il duello a fil di toccata finale si annuncia anche fra i maschi: Nicolò Martinenghi ottiene il miglior tempo, 27.03, che lo ripaga dalla delusione dei 100: “L’importante è reagire e imparare dalle sconfitte; mi sentivo strano, spento prima della finale e se non hai la testa al cento per cento…”. Il secondo tempo è per Fabio Scozzoli, 31 anni, undici più di Martinenghi: 27.08. “Nicolò cerca la rivincita dei 100? Giustissimo Io spero di nuotare vicino ai miei migliori tempi. Sto cambiando un po’ la nuotata: i giovani hanno più frequenza, la rana di Kitajyma studiando la quale sono cresciuto io, è ormai superata”. C’è, oggi, la rana di Peaty. “Come sempre nei 50, comunque, saranno decisivi partenza e arrivo: si finirà a centesimi”.

MARGHERITA C’E’
“L’importante è andar forte nel pomeriggio, dovrò spingere da subito” commenta Margherita Panziera che s’è presa (2:09.51) il miglior tempo nei “suoi” 200 dorso, mettendo più di cinque secondi fra sé e le avversarie in acqua. Le attese sono molte per l’ultima pin-up del nuoto.

IL RESTO DEL MATTINO
Serie minori dei 1500, indicazione per Gregorio Paltrinieri nella serie migliore del pomeriggio (con Domenico Acerenza per avversario anziché Detti): 15.38:49 il tempo migliore del mattino lento. La gara alle 17.28. Sui 400 mistri è di Turrini il miglior tempo (è una specialità un po’ in regressione). Per ultime in gara le velociste del delfino: il miglior tempo, 26.42, è di Silvia Di Pietro, la primatista italiana che sta tornando dopo un anno di assenza per infortunio; Elena Di Liddo ha il secondo crono: “Vedremo; già avere il pass mondiale per i 100 mi mette tranquilla”.

Risultati e programma sul sito www.federnuoto.it.


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Algeria in finale di Coppa d'Africa: tensione e scontri a Parigi
Video

Algeria in finale di Coppa d'Africa: tensione e scontri a Parigi

  • Wimbledon, Federer ko: trionfa Djokovic

    Wimbledon, Federer ko: trionfa Djokovic

  • Mihajlovic ha la leucemia, l'annuncio commosso: «Vincerò anche questa sfida»

    Mihajlovic ha la leucemia, l'annuncio...

  • TEST MEDICI e... "PROMOZIONE" - Il Venezia dà un "calcio" alla serie C

    TEST MEDICI e... "PROMOZIONE" - Il...

  • Klaus Fischer a 69 anni sarebbe ancora un perfetto capocannoniere

    Klaus Fischer a 69 anni sarebbe ancora un...

  • Usa vincono mondiali calcio femminile, Trump:

    Usa vincono mondiali calcio femminile,...

  • Francesco Totti, grave errore su Instagram: ecco il dettaglio con Ilary Blasi sfuggito a tutti

    Francesco Totti, grave errore su Instagram:...

  • Tour de France 2019, l'entusiasmo dei tifosi per il passaggio di Nibali:

    Tour de France 2019, l'entusiasmo dei tifosi...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CALCIO

MOTORI

ALTRISPORT