ACCEDI AL Il Gazzettino.it


oppure usa i dati del tuo account

Simeone, vergogna social: minacce di morte alla figlioletta dopo il gesto in Atletico-Juve

Simeone, vergogna social: augurata la morte alla figlioletta dopo il gesto in Atletico-Juve

L'esultanza del 'Cholo' Simeone dopo il gol del vantaggio di Jimenez di ieri sera, che ha spalancato al suo Atletico Madrid le porte di una importantissima vittoria per 2-0 in casa contro la Juventus negli ottavi di Champions League, non è passata inosservata. Quelle mani tra le gambe, a indicare gli "attributi" per (come ha spiegato successivamente) elogiare i «c***ni» dei propri giocatori, non sono affatto piaciute ai tifosi bianconeri, a cui Simeone già non stava particolarmente simpatico, per via dei trascorsi interisti da calciatore.

Atletico-Juventus, Simeone batte Allegri tra le polemiche



Juventus a picco in Borsa dopo la sconfitta con l'Atletico in Champions: -11%, bruciati 162 milioni

INSULTI CHOC Come spesso accade, la vendetta dei tifosi juventini è arrivata via social, anche se in questi casi parlare di «tifosi» è decisamente fuori luogo. Tra i commenti a una delle ultime foto del Cholo su Instagram infatti, in cui è ritratto con la figlioletta neonata, Valentina, tra le braccia, sono spuntati insulti terribili per l'allenatore dell'Atletico e per la povera bimba: «Prossima putt*** come la mamma?», chiede un utente. «Tanto di muore di cancro prematuro», scrive un altro. «Spero muoia quella bimba di m***», la sobria argomentazione di un altro ancora.

Lo screen degli insulti a Simeone e bimba, per fortuna, che hanno rapidamente fatto il giro dei social, hanno però risvegliato il buon senso e la sportività della maggioranza dei tifosi bianconeri, che in massa hanno preso 'd'assalto' la pagina del Cholo per difenderlo dall'inciviltà di pochi maleducati. «Diego io sono juventino - scrive Matt - ma sono distrutto da questa m*** che leggo. Ti porto le mie scuse a nome di tutto il popolo Juventus, perché siamo molti di più di questi porci che leggi qui sotto». A dimostrare, se ce ne fosse bisogno, che la sportività non ha bandiera.



I PRECEDENTI Simeone lo stesso gesto lo aveva già fatto da calciatore, durante un Lazio-Bologna (il Cholo era un giocatore biancoceleste). E non è il primo, quest'anno, a rendersi protagonista di un'esultanza contestata contro la Juventus: lo scorso novembre un'altra icona interista, Josè Mourinho, era uscito vittorioso dallo Stadium con tanto di mano all'orecchio, dopo aver risposto con i fatti agli attacchi della tifoseria bianconera. E come dimenticare il gesto delle manette dello stesso Mou, durante un Inter-Sampdoria nel 2010, per contestare una decisione arbitrale?



Ma se Simeone e Mourinho sono notoriamente due fumantini, lo stesso non si può dire di Carlo Ancelotti, solitamente pacioso e simbolo di sorrisi e sportività, che nel febbraio 2017 tirò fuori il dito medio in una partita contro l'Hertha Berlino. Dito medio 'scappato' anche a Delio Rossi contro Francesco Totti alla fine di un Samp-Roma, e a Roberto Mancini, allora all'inter, durante un derby perso contro il Milan. Ma il re delle esultanze resterà uno e soltanto uno: Carletto Mazzone, che dopo un rocambolesco 3-3 in rimonta del suo Brescia contro l'Atalanta corse sotto la curva dei bergamaschi per rispondere agli insulti dei tifosi. Altri tempi, altro calcio.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA






Milan-Inter, Gattuso: “Non è stato un problema tecnico ma di atteggiamento”
Video

Milan-Inter, Gattuso: “Non è stato un problema tecnico ma di atteggiamento”

  • Inter-Milan, Spalletti: “Ai giocatori ho fatto guardare partita derby dell'andata”

    Inter-Milan, Spalletti: “Ai giocatori ho...

  • MotoE, in fiamme paddock a Jerez: a fuoco tutte le moto. «Scenario da incubo»

    MotoE, in fiamme paddock a Jerez: a fuoco...

  • Ecco un atleta che sembra non subire la forza di gravità

    Ecco un atleta che sembra non subire la...

  • Incredibile gol mancato: la neve beffa l'Hannover contro il Leverkusen

    Incredibile gol mancato: la neve beffa...

  • Le lacrime di Georgina e quella foto di Cristiano Ronaldo bambino: è Juve day

    Le lacrime di Georgina e quella foto di...

  • Gigi Buffon e la depressione: «Quel quadro che mi ha salvato la vita»

    Gigi Buffon e la depressione: «Quel...

  • Incinta di 5 mesi e mezzo, si allena con la squadra: la storia di Sydney Leroux

    Incinta di 5 mesi e mezzo, si allena con la...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
5ivano5
2019-02-23 11:07:01
Seve supo dai, e' sempre stato così, ma noi, interisti, sappiamo di essere superiori
seve supo dai
2019-02-23 09:58:20
Da interista sfegatato penso abbia fatto benissimo. Conosce anche lui i trascorsi della Juve e vedersi prima annullare un gol per una spintarella che ha avuto l'effetto di un AK47...
5ivano5
2019-02-22 12:06:17
da interista sfegatato, non capisco proprio la necessita' di un gesto simile

CALCIO

MOTORI

ALTRISPORT