ACCEDI AL Il Gazzettino.it


oppure usa i dati del tuo account

Croazia in festa, feste, cantie balli in tutte le piazze del Paese. Modric: «Non fermiamoci»

Croazia in festa, feste, cantie balli in tutte le piazze del Paese. Modric: «Non fermiamoci»

Croazia in festa, è stata una notte memorabile: ha festeggiato la vittoria ieri 2:1 contro l'Inghilterra e l'accesso alla finale mondiale in uno stato di massima gioia ed euforia, con feste, balli e canti in tutte le piazze del Paese fino a notte fonda. Un obiettivo, come ha sottolineato il capitano della nazionale a scacchi Luka Modric, che rappresenta «il più grande successo nella storia dello sport croato». «Ma noi non ci fermeremo qui», ha aggiunto il centrocampista del Real Madrid, spiegando il segreto di questa generazione: «Una cosa è diversa rispetto al passato: da quando gioco per la nazionale non ho mai visto una così forte unità tra tutti noi». «Mi sembra impossibile, incredibile, abbiamo fatto un miracolo», ha detto il portiere Danijel Subasic. «La Croazia è in fiamme, ma il fuoco dentro di noi non si è ancora estinto, abbiamo ancora forze e vogliamo l'oro», sogna e promette Subasic. Stamane la stampa riporta l'atmosfera da stadio che nella notte ha pervaso la Croazia: urla, abbracci, canti patriottici, persone in euforia, fumogeni, bagni nelle fontane, campane delle chiese che hanno suonato a festa. Sulla piazza principale di Zagabria erano in 50 mila a celebrare. Sembra che proprio tutti ieri avessero indossato la maglietta a scacchi biancorossi. Anche la presidente, Kolinda Grabar Kitarovic, a Bruxelles per il summit della Nato, ha messo sui social la sua foto con una bandiera biancorossa e un enorme «Bravi, ragazzi! Bravi, tifosi» a corredo. A dominare su tutte le prima pagine è la foto di un estatico Mario Mandzukic, che ha segnato il gol decisivo al 4' del secondo tempo supplementare, l'eroe della partita, abbracciato da Ivan Perisic, che al 68' ha iniziato la rimonta croata, pareggiando dopo un'ora in cui a momenti sembrava che la squadra non ce la potesse fare. «Siamo croati: nazione in trans, i biancorossi in finale!», titola il Jutarnji list di Zagabria, mentre sul Vecernji list campeggia in grande «Croazia: un amore infinito». Il Novi list di Fiume ha titolato semplicemente «La finale!», mettendo accanto alla foto dei giocatori un'immagine dell'iconico trofeo della Coppa del Mondo. Un sogno che ora non sembra più così lontano.


© RIPRODUZIONE RISERVATA



"Una maglia, un movimento", i bimbi consegnano le maglie ai campioni dell'Italrugby
Video

"Una maglia, un movimento", i bimbi consegnano le maglie ai campioni dell'Italrugby

  • LA PRODEZZA - Il libero della  Kioene Padova, Santiago Danani, fa un numero d'alta scuola... calcistica

    LA PRODEZZA - Il libero della Kioene...

  • Michael Schumacher, parla la moglie Corinna: «Combatte, non mollerà»

    Michael Schumacher, parla la moglie Corinna:...

  • SUPERCOPPA ALLE PANTERE - Conegliano batte Novara, la festa

    SUPERCOPPA ALLE PANTERE - Conegliano batte...

  • Addio a Marianna Pepe, ex campionessa azzurra

    Addio a Marianna Pepe, ex campionessa azzurra

  • Allegri: «Il destino del primo posto nel girone ancora nelle nostre mani»

    Allegri: «Il destino del primo posto...

  • Ultras del Cska Mosca assaltano i tifosi della Roma, tre feriti

    Ultras del Cska Mosca assaltano i tifosi...

  • Dybala, bimbo iraniano lo imita e lui fa un appello: «Aiutatemi a trovarlo»

    Dybala, bimbo iraniano lo imita e lui fa un...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CALCIO

MOTORI

ALTRISPORT