ACCEDI AL Il Gazzettino.it


oppure usa i dati del tuo account

La nuova Spagna passeggia sulla Croazia: 6-0 ai vicecampioni del mondo

La nuova Spagna passeggia sulla Croazia: 6-0 ai vicecampioni del mondo

Sbancato Wembley sabato scorso, la Spagna di Luis Enrique spazza via con un imbarazzante 6-0 i vicecampioni del mondo della Croazia nel secondo turno della Nations League, e rialza definitivamente la testa dopo un Mondiale in sordina. A Elche, le Furie Rosse subiscono un po' il gioco avversario in avvio, ma poi dilagano già nel primo tempo e travolgono una squadra fantasma, molle in difesa e inconsistente in attacco. Una vera e propria figuraccia per Modric e compagni che, se non cancella le glorie della campagna di Russia, pure non sarà facile da dimenticare. Niente lasciava presagire una tale serata da incubo per la Croazia, che rispetto alla formazione-tipo del Mondiale, tra i vari Rakitic, Modric e Perisic, ha presentato Santini per il ritirato Mandzukic e poche altre seconde linee al posto degli infortunati. Proprio la punta dell'Anderlecht ha sprecato un'ottima occasione al 14', imitata poco dopo da Perisic. L'uscita per infortunio di Vrsaliko al 19' probabilmente non c'entra, ma tutto è cambiato in campo 5' dopo, quando Saul, lasciato libero in area, ha deviato in gol di testa un preciso cross di Carvajal. La giovane e talentuosa Spagna guidata da Sergio Ramos ha preso coraggio, ha alzato il ritmo e sfruttato le larghe maglie della retroguardia croata. Asensio ha segnato due volte nel giro di due minuti, 33' e 35', con pregevoli tiri dalla distanza, il secondo deviato in rete dal corpo del portiere Kalinic dopo aver colpito un legno. Il 3-0 ha chiuso il primo tempo, ma non il punteggio.

La Spagna ha continuato a passeggiare sui resti dell'armata croata, nelle cui fila nessuno dei tanti campioni è riuscito ad arginare le ondate avversarie. Rodrigo al 4', Sergio Ramos al 12' e Isco al 25' hanno raddoppiato il bottino degli iberici, intensi e cattivi fino al 90' contro una squadra ormai inerme. Il ct Dalic avrà da fare per superare questa debacle ed evitare una ignominiosa retrocessione in Lega B, mentre con sei punti in due partite, la nazionale guidata da Luis Enrique mette una pesante ipoteca per la vittoria nel gruppo 4 e il diritto di partecipare alla Final Four che assegnerà il trofeo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA



"Una maglia, un movimento", i bimbi consegnano le maglie ai campioni dell'Italrugby
Video

"Una maglia, un movimento", i bimbi consegnano le maglie ai campioni dell'Italrugby

  • LA PRODEZZA - Il libero della  Kioene Padova, Santiago Danani, fa un numero d'alta scuola... calcistica

    LA PRODEZZA - Il libero della Kioene...

  • Michael Schumacher, parla la moglie Corinna: «Combatte, non mollerà»

    Michael Schumacher, parla la moglie Corinna:...

  • SUPERCOPPA ALLE PANTERE - Conegliano batte Novara, la festa

    SUPERCOPPA ALLE PANTERE - Conegliano batte...

  • Addio a Marianna Pepe, ex campionessa azzurra

    Addio a Marianna Pepe, ex campionessa azzurra

  • Allegri: «Il destino del primo posto nel girone ancora nelle nostre mani»

    Allegri: «Il destino del primo posto...

  • Ultras del Cska Mosca assaltano i tifosi della Roma, tre feriti

    Ultras del Cska Mosca assaltano i tifosi...

  • Dybala, bimbo iraniano lo imita e lui fa un appello: «Aiutatemi a trovarlo»

    Dybala, bimbo iraniano lo imita e lui fa un...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CALCIO

MOTORI

ALTRISPORT