ACCEDI AL Il Gazzettino.it


oppure usa i dati del tuo account

Sandro Mazzola compie 75 anni: «Vorrei che dicessero che ero bravo come mio papà»

Sandro Mazzola compie 75 anni, gli auguri dell'Inter: «Una leggenda vivente»

Compie oggi i 75 anni Sandro Mazzola, campione d'Europa nel 1968 e vice campione del mondo nel '70 con la maglia dell'Italia. Figlio di Valentino, è considerato uno dei migliori calciatori italiani di sempre e ha legato il proprio nome alla maglia dell'Inter. Del resto, in nerazzurro, ha vinto quattro scudetti, due Coppe dei Campioni e altrettante Coppe Intercontinentali. Dell'Inter è stato anche capitano per sette anni. Chiusa la carriera, ha ricoperto alcuni ruoli dirigenziali nel club nerazzurro. E, nel 2014, è stato inserito nella Hall of fame del calcio italiano.
 

 

«Una leggenda vivente, un simbolo eterno». L'Inter fa gli auguri a Mazzola nel giorno del 75esimo compleanno. Un lungo messaggio sul sito del club nerazzurro, oltre ad un post sui social network con un video in bianco e nero: «In 17 stagioni con la nostra maglia 565 presenze, 158 gol, 4 Scudetti, 2 Coppe dei Campioni, 2 Coppe Intercontinentali. Numeri e palmares straordinari, che tuttavia spiegano soltanto in parte la sua importanza nella storia dell'Inter: una bandiera, una leggenda vivente, un simbolo eterno. Da parte di FC Internazionale Milano, Inter Forever e tutti i tifosi nerazzurri, tantissimi auguri al grande Sandro Mazzola che compie oggi 75 anni!».

«Vorrei che la gente dicesse che ero bravo quasi come mio padre»: così Sandro Mazzola, che oggi compie 75 anni, ai microfoni di Premium Sport. La bandiera dell'Inter parla della sua lunga carriera. «Secondo me il calcio moderno l'ha inventato Herrera - dice - Con il mago si andava subito veloci. E infatti lui ci diceva sempre che prima delle gambe ci allenava la testa». «Un ricordo della Coppa Campioni vinta contro il Real Madrid? Ricordo che a fine gara stavo andando da Di Stefano per scambiare la maglietta - ricorda Mazzola - mi venne incontro Puskas che mi disse che aveva giocato contro mio padre e che ero degno di lui e mi diede la sua maglia. Quel gesto fu fantastico». Per Mazzola Ronaldo «è stato qualcosa di eccezionale, a parte gli infortuni che poi ha avuto». Quanto all'Inter attuale, «Mi piace molto - conclude - Mi piace la mentalità che Spalletti ha dato e il modo in cui gioca».


© RIPRODUZIONE RISERVATA






Euro2020, Bosnia-Italia 0-3: decimo successo per Mancini
Video

Euro2020, Bosnia-Italia 0-3: decimo successo per Mancini

  • VITTORIA AL FOTOFINISH - La Reyer batte Sassari 55-54 con canestro sulla sirena

    VITTORIA AL FOTOFINISH - La Reyer batte...

  • Manuel Bortuzzo, la nuova vita nel libro "Rinascere": «Adesso voglio un figlio»

    Manuel Bortuzzo, la nuova vita nel libro...

  • Balotelli, il capo ultrà del Verona: «Non è compiutamente italiano. I buu razzisti? Ha fatto una pagliacciata» Ascolta l'audio

    Balotelli, il capo ultrà del Verona:...

  • F1, Lewis Hamilton vince il suo sesto titolo mondiale con due gare di anticipo

    F1, Lewis Hamilton vince il suo sesto titolo...

  • Maratona di New York, la musica dal vivo a bordo strada accompagna il passaggio degli atleti

    Maratona di New York, la musica dal vivo a...

  • Cori Roma-Napoli, Fonseca: «Non ho capito bene, ma io contro ogni discriminazione territoriale»

    Cori Roma-Napoli, Fonseca: «Non ho...

  • Rugby, Sudafrica campione del mondo: esplode la gioia a Cape Town

    Rugby, Sudafrica campione del mondo: esplode...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CALCIO

MOTORI

ALTRISPORT