ACCEDI AL Il Gazzettino.it


oppure usa i dati del tuo account

Viterbo, Castrogiovanni e Picone, campioni dal cuore d'oro: visita a sorpresa al bambino appena operato

Castrogiovanni e Picone, campioni dal cuore d'oro: visita a sorpresa dal bambino appena operato

Un cuore grande così, in campo e fuori. Perché Martin Castrogiovanni e Simon Picone, campioni della palla ovale ed ex compagni in nazionale, il terzo tempo stavolta lo hanno fatto insieme a un bambino appena uscito vincitore dalla sua personalissima mischia. Gabriele Pompa, 7 anni, gioca a rugby come loro: la scorsa settimana è stato sottoposto a un intervento delicatissimo, fortunatamente riuscito, e non ha potuto partecipare all’allenamento dei più piccoli con Castrogiovanni, arrivato a Viterbo grazie a Picone, che ora è direttore sportivo del Tusciarugby. E così, spenti i riflettori e senza clamore, si è presentato a casa di Gabriele. Con una promessa: «Tornerò per allenare anche te».
 

 


Picone – ex mediano di mischia con tanto di meta all'Inghilterra nel Sei Nazioni – ha organizzato l’iniziativa al Sasso d’Addeo di San Martino al Cimino, dove i ragazzi della società viterbese hanno potuto vivere una giornata memorabile con Castrogiovanni. Ma Gabriele non c’era, perché l’operazione per un po’ lo terrà fuori dal campo da gioco. E di questo era dispiaciuto. Quando la moglie del campione viterbese, Maria Chiara Matzeu, ha iniziato a raccontargli la sua storia, l'ex pilone Castrogiovanni – 119 presenze in nazionale, anche lui impegnato con i più giovani con la Castro Academy a Pordenone - non l’ha lasciata neanche finire: «Dove sta questo bambino? Andiamolo a trovare».

E così è stato. Si sono tutti presentati a casa di Gabriele, che in lontananza ha salutato il figlio di Picone. Poi però qualcosa nel suo sguardo è cambiata: appena riconosciuto Castrogiovanni, si è pietrificato. Il suo campione era lì, per lui. I due si sono fermati a parlare con il piccolo e gli hanno fatto un paio di doni speciali: la maglia dell’Italia autografata da Picone e il pallone da rugby firmato da entrambi, con dedica di Castrogiovanni: «Per il mio amico Gabriele. Sei un grande guerriero, non mollare mai. Allenati e sarai in nazionale presto. Tvb». Poi la promessa, immortalata con tanto di foto, di tornare per allenarlo: stretta di mano tra Gabriele e Martin, Simon a spaccare. E tutti in meta.


© RIPRODUZIONE RISERVATA



«Brutto infame», la violenta aggressione degli ultrà a un carabiniere dopo Lazio-Eintracht
Video

«Brutto infame», la violenta aggressione degli ultrà a un carabiniere dopo Lazio-Eintracht

  • Carabiniere aggredito da 50 giovani incappucciati dopo Lazio-Eintracht

    Carabiniere aggredito da 50 giovani...

  • Florenzi: «Tutta Trigoria deve lavorare per uscire dalla crisi. Il ritiro? Non so se serve»

    Florenzi: «Tutta Trigoria deve...

  • L'ultimo, commosso, saluto a Radice. Claudio Sala: «Con te addio agli anni migliori»

    L'ultimo, commosso, saluto a Radice....

  • Cane entra in campo e para il goal durante la partita della serie B argentina

    Cane entra in campo e para il goal durante...

  • Bowling: lo storico successo mondiale dell'Italia

    Bowling: lo storico successo mondiale...

  • EMOZIONANTE - Olimpiadi 2026, la video candidatura di Milano-Cortina

    EMOZIONANTE - Olimpiadi 2026, la video...

  • Rischia di morire sul deltaplano: l'imbracatura non è attaccata e vola sospeso nel vuoto

    Rischia di morire sul deltaplano:...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CALCIO

MOTORI

ALTRISPORT