ACCEDI AL Il Gazzettino.it


oppure usa i dati del tuo account

La maglia di Acerbi come trofeo. Lui: «Gesto d'odio, è da deboli». Bakayoko e Kessie chiedono scusa, ma la Procura Figc ricorrerà alla prova tv

Milan-Lazio, Acerbi attacca Bakayoko: «Gesto d'odio, è da deboli»

Diventa un caso il brutto gesto di Bakayoko e Kessié che alla fine di Milan-Lazio hanno mostrato la maglia di Francesco Acerbi come uno scalpo sotto la propria curva. «Un gesto d'odio e da deboli», lo definisce senza mezze parole su Twitter il centrocampista biancoceleste. E al suo fianco si schierano in moltissimi sui social, tanto che alla fine arrivano le scuse dei due rossoneri come auspicato dal loro allenatore, Rino Gattuso.
Il capo della Procura federale della Figc, Giuseppe Pecoraro, ha deciso di inviare al giudice sportivo la segnalazione per l'applicazione della prova tv.
 


«Sono dispiaciuto perché ho scambiato la maglia per mettere fine alla questione, fomentare odio non è sport ma un segno di debolezza», twitta Acerbi. Strascichi di una polemica social iniziata in settimana, quando lui, parlando della sfida di stasera, aveva scritto: «Nei singoli siamo più forti noi». Bakayoko aveva replicato con un freddo «Ci vediamo a San Siro» e il centrale della Lazio aveva chiuso con toni pacifici: «Non mi interessano le parole, non volevo mancare di rispetto a nessuno! Il calcio regala queste sfide che si trasformano in emozioni, il calcio è solo un gioco ma è quello più bello del mondo». Poi c'era stato il gesto distensivo di scambiare la proprio maglia con gli avversari.



«Il mio è stato un gesto scherzoso Non volevo mancare di rispetto a nessuno. Chiedo scusa ad Acerbi se si è sentito offeso», replica Tiemoué Bakayoko. Gli fa eco Kessié: «Orgoglioso di indossare questa maglia...di questi tifosi...di questa società ❤️🖤 Le mie scuse più sincere a @francescoacerbi88 Volevo semplicemente scherzare, niente di più. Massimo rispetto per tutti».
 
Chi attacca duramente è Ciro Immobile: «Due piccoli 'uomini' che mostrano la maglia di un campione sia in campo che nella vita... Sei un grande Leone, non ci pensare Francesco Acerbi», scrive via Instagram l'attaccante della Lazio al compagno di squadra. 
 

«Mai vista una cosa così squallida - è il commento della Lazio affidato a Facebook - Kessie e Bakayoko che portano la maglia di Acerbi, a mo' di scherno, sotto la Curva del Milan alla fine della gara del Meazza. E il commento del nostro centrale, anima candida, è la migliore risposta ad una autentica caduta di stile». In difesa di Acerbi anche Ciro Immobile che ha commentato su Instagram il post del compagno di squadra. «Due piccoli “uomini” che mostrano la maglia di un campione sia in campo che nella vita... Sei un grande Leone non ci pensare», scrive il centravanti biancoceleste.


 


© RIPRODUZIONE RISERVATA






Roma, caos nel centro storico: migliaia di tifosi giallorossi invadono il Pantheon per i 92 anni del club
Video

Roma, caos nel centro storico: migliaia di tifosi giallorossi invadono il Pantheon per i 92 anni del club

  • IL SALTO NELL'ORO - Larissa Iapichino come mamma Fiona May: prima agli Europei Under 20

    IL SALTO NELL'ORO - Larissa Iapichino...

  • Pay tv pirata, sgominata piattaforma illegale ZSat: tremano 11mila "abbonati"

    Pay tv pirata, sgominata piattaforma...

  • Algeria in finale di Coppa d'Africa: tensione e scontri a Parigi

    Algeria in finale di Coppa d'Africa:...

  • Wimbledon, Federer ko: trionfa Djokovic

    Wimbledon, Federer ko: trionfa Djokovic

  • Mihajlovic ha la leucemia, l'annuncio commosso: «Vincerò anche questa sfida»

    Mihajlovic ha la leucemia, l'annuncio...

  • TEST MEDICI e... "PROMOZIONE" - Il Venezia dà un "calcio" alla serie C

    TEST MEDICI e... "PROMOZIONE" - Il...

  • Klaus Fischer a 69 anni sarebbe ancora un perfetto capocannoniere

    Klaus Fischer a 69 anni sarebbe ancora un...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CALCIO

MOTORI

ALTRISPORT