ACCEDI AL Il Gazzettino.it


oppure usa i dati del tuo account

Morto Niki Lauda, leggenda austriaca della Formula1: aveva 70 anni

Morto Niki Lauda, leggenda austriaca della Formula1: aveva 70 anni

Niki Lauda addio: il campione della Formula Uno è morto lunedì in Svizzera all'età di 70 anni. Ad annunciarlo la famiglia del pilota con un annuncio pubblicato su siti specializzati: "Con grande tristezza, rendiamo noto che il nostro amato Niki è morto serenamente circondato dalla propria famiglia lunedì scorso". La leggenda austriaca, fra i più grandi piloti di sempre, era ricoverato in una clinica in Svizzera per problemi ai reni che lo costringevano alla dialisi.

LEGGI ANCHE: Lauda: «Giornata speciale per me, il cuore è con la Ferrari e la testa alla Mercedes»
LEGGI ANCHE: Lauda, nuovo ricovero in ospedale. Ex ferrarista tricampione di F1 in terapia intensiva per grave influenza

"I suoi risultati unici come atleta e come imprenditore sono e rimarranno indimenticabili - continua la nota della famiglia - il suo instancabile entusiasmo per l'azione, la sua schiettezza e il suo coraggio rimangono. Un modello di riferimento e un punto di riferimento per tutti noi, era un marito amorevole e premuroso, padre e nonno. Ci mancherà".

LEGGI ANCHE: Formula 1, Niki Lauda lascia l'ospedale dopo il trapianto di polmone

 

 


Dall'anno scorso le sue condizioni erano precipitate anche perché dal 1976 i polmoni dell'ex ferrarista risentivano sempre delle conseguenze del terribile incidente sul circuito tedesco del Nürburgring, quando la monoposto con la quale gareggiava prese fuoco e il pilota inalò molto fumo, provocando una parziale bruciatura dei polmoni. L'austriaco aveva riportato anche gravi ustioni, pure sul volto, ma era tornato a gareggiare appena 42 giorni dopo l'incidente. Anni dopo ha subito due trapianti di rene.

Lauda, nato a Vienna il 22 febbraio del 1949 da una famiglia di banchieri che non lo sostenne nella sua passione per i motori, ha vinto i titoli mondiali del 1975, 1977 con la Ferrari e nel 1984 con la McLaren. Era anche a capo del consiglio di sorveglianza del team Mercedes e presidente non esecutivo della scuderia Mercedes AMG F1. Inoltre è il fondatore e il massimo azionista della compagnia aerea Laudamotion. Era definito il "Computer" per la sua capacità di analizzare pregi e difetti di ogni vettura che tuttavia lui guidava - gli piaceva dirlo - "con il sedere". 

Ha corso in 171 Gran Premi vincendone 25, con 24 pole position. E' stato ingaggiato da March, BRM, Ferrari, Brabham e McLaren.





Il Vienna General Hospital aveva annunciato il 2 agosto 2018 che il campione era stato operato dopo aver avuto una forte influenza. L'ex pilota aveva dovuto interrompere una vacanza a Ibiza per volare nella capitale austriaca e curarsi, ma le sue condizioni eranoo peggiorate drammaticamente rendendo necessario un trapianto di polmone. 

Lauda lascia cinque figli, l'ex moglie Marlene Knaus e la moglie Birgit Wetzinger che nel 2005 gli donò un rene, Un altro lo aveva ricevuto nel 1997 dal fratello Florian. 

L'Austria
La morte di Niki Lauda unisce nel lutto il mondo politico e quello sportivo in Austria. In tanti oggi hanno voluto rendere omaggio al tre volte campione del mondo della Formula 1, a cominciare dal presidente austriaco Alexander Van der Bellen. «Ci lascia uno dei personaggi più grandi e coloriti, un idolo e un ambizioso combattente che non ha mai mollato», dice Van der Bellen in un comunicato. Il cancelliere Sebastian Kurz ricorda Lauda anche per la sua carriera da imprenditore e la sua passione per gli aeroplani. «Le piste da corsa erano la sua casa e l'aviazione il suo amore», evidenzia Kurz, sottolineando che «l'intero paese e il mondo del motorsports piangono uno dei più grandi austriaci di sempre, un esempio di coraggio, disciplina e rettitudine». La compagnia aerea Laudamotion da lui fondata, ora di proprietà della Ryanair, ricorda Lauda come «un visionario e un'ispirazione per l'intera industria aerea».




Tra i primi a rendere onore al campione il pilota Jenson Button.


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

A legend has left us. Rest in peace Niki 😔 #nikilauda

Un post condiviso da Jenson Button (@jensonbutton_22) in data:

 

«Niki Lauda è stato un eroe degli sport motoristici e il pilota che ha ispirato la mia gioventù. Resterà una pietra miliare della F1. Tutti i miei pensieri vanno alla famiglia, agli amici e alla Mercedes». Così su Twitter il presidente della Fia, Jean Todt.
 


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Mancini: «Buffon e De Rossi all'Europeo? Vediamo»
Video

Mancini: «Buffon e De Rossi all'Europeo? Vediamo»

  • Serie A, la domenica: l'Inter soffre ma batte il Sassuolo, delusione Roma a Genova

    Serie A, la domenica: l'Inter soffre ma...

  • Francesco Totti, su Instagram lezioni di hot yoga. E poi se la prende con il preparatore

    Francesco Totti, su Instagram lezioni di hot...

  • Il surfer Leonardo Fioravanti si piazza sul podio nella WSL (World Surf League)

    Il surfer Leonardo Fioravanti si piazza sul...

  • Gianluca Vialli e il cancro: «Non volevo morire prima dei miei genitori»

    Gianluca Vialli e il cancro: «Non...

  • Eroica 2019 con la testimonianza di Simone Barlaam

    Eroica 2019 con la testimonianza di Simone...

  • Barcellona-Inter, Conte: «Dobbiamo essere pronti ad affrontarli con o senza Messi»

    Barcellona-Inter, Conte: «Dobbiamo...

  • Champions League, stasera in campo Atalanta e Juve

    Champions League, stasera in campo Atalanta...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CALCIO

MOTORI

ALTRISPORT