ACCEDI AL Il Gazzettino.it


oppure usa i dati del tuo account

Formula 1, Vettel sicuro della sua Ferrari: «Va bene ovunque»

Vettel sicuro della sua Ferrari: «Va bene ovunque»

Ferrari all'attacco e Mercedes in difesa. Alla vigilia del primo Gran Premio della stagione in contemporanea con i Mondiali in Russia Sebastian Vettel e Lewis Hamilton sembrano copiare i colleghi del pallone divertendosi a lanciare messaggi a più facce nel segno della pretattica tanto cara al mondo del calcio. E così il tedesco, leader del Campionato di F1 con 1 punto in più sul rivale inglese, appare sicuro di se e della sua SFH71 dopo il trionfo il Canada, mentre il campione del mondo della Stella D'Argento vede la sua monoposto davanti solo nella seconda parte della stagione. «L'auto ha funzionato ovunque finora - afferma il vincitore del Gp di Montreal - e ne siamo molto contenti. È più difficile sapere cosa aspettarsi qui che su qualsiasi altro tracciato, poiché non siamo mai stati correttamente qui con gli altri team allo stesso tempo e sullo stesso schema del circuito». Il Circus torna in Europa dopo il Canada, in Francia dopo un'assenza di ben dieci anni, e di nuovo sul circuito Paul Ricard che ha ospitato la Formula 1 per l'ultima volta nel 1990. Vettel aveva tre anni allora, ma conosce bene la storia della categoria e ricorda che «la Ferrari vinse con il doppio dei cilindri che abbiamo oggi. Vedremo come sarà, non vedo alcuna ragione per cui dovremmo lottare e penso che qui andremmo bene, ma non sappiamo esattamente cosa aspettarci, l'asfalto è nuovo e la pista è anche nuovo in una certa misura. Il fatto che siamo stati competitivi finora nella maggior parte delle gare recenti ci rende abbastanza fiduciosi per i prossimi. Ci concentreremo sulle prossime gare andando sempre passo dopo passo. Non vedo l'ora di correre qui».

Più attendista l'approccio di Hamilton in vista del ritorno in pista al Paul Ricard: «Questo è un mondiale in divenire, in cui si tratta di minimizzare le perdite perché non si può essere perfetti ogni fine settimana. Quindi bisogna raccogliere il massimo in ogni gara. Abbiamo il potenziale per essere più forti nella seconda parte della stagione. Finora abbiamo corso sette gare e ci sono stati molti alti e bassi - ha aggiunto il campione del mondo, parlando delle prestazioni della sua Mercedes - Una volta bene, altre non tanto. E questo deve finire. Devo poter fare belle gare ogni fine settimana per capire l'auto, le gomme ed il resto». Vedi la Ferrari in grado di battere la Mercedes quest'anno? «Spero di no, ma al momento lo stanno facendo. In ogni caso saranno difficili da superare, questo è sicuro».


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Francesco Totti sul fairplay di Cristian: «Non sei figlio mio, io avrei segnato»
Video

Francesco Totti sul fairplay di Cristian: «Non sei figlio mio, io avrei segnato»

  • Al concerto di Venditti spunta Totti sui maxischermi: Arena di Verona in delirio

    Al concerto di Venditti spunta Totti sui...

  • Olimpiadi 2026, Giorgetti: «Ipotesi Torino? Per il governo la questione è chiusa»

    Olimpiadi 2026, Giorgetti: «Ipotesi...

  • Lotito, selfie con un tifoso della Roma: poi l'insulto

    Lotito, selfie con un tifoso della Roma: poi...

  • Kiara Fontanesi sospesa nel vuoto: la campionessa di motocross si prepara al Gp di Imola

    Kiara Fontanesi sospesa nel vuoto: la...

  • Olimpiadi invernali, pressing sulla Appendino

    Olimpiadi invernali, pressing sulla Appendino

  • Ragazza segna goal impossibile

    Ragazza segna goal impossibile

  • Paolo Bonolis da conduttore a imprenditore nel mondo del calcio: ecco squadra e presidente

    Paolo Bonolis da conduttore a imprenditore...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CALCIO

MOTORI

ALTRISPORT