ACCEDI AL Il Gazzettino.it


oppure usa i dati del tuo account

David Cittarella morto come Astori nel sonno a 16 anni: era una promessa del giavellotto

David Cittarella morto come Astori nel sonno a 16 anni: era una promessa del giavellotto

Una tragedia che ha scosso lo sport nazionale, e che ha ricordato, per la dinamica, la scomparsa dell'ex capitano della Fiorentina, Davide Astori. È morto nel sonno, a soli 16 anni, il padovano David Cittarella, promessa del giavellotto italiano, specialità sportiva nella quale gareggiava con la maglia delle Fiamme Oro. È stato il padre a trovare il figlio senza vita stamattina, nella sua stanza da letto.
 


Il ragazzo viveva a Padova. Secondo il primo esame medico, Cittarella, che avrebbe compiuto 17 anni ad agosto, sarebbe spirato per cause naturali. Nei prossimi giorni l'autopsia dovrà stabilire l'esatta natura del malore che lo ha colpito. 



«È una di quelle notizie che non vorresti mai comunicare: è improvvisamente venuto a mancare un ragazzo di nemmeno 17 anni, David Cittarella, atleta del settore giovanile delle Fiamme Oro, squadra a cui era legatissimo - il messaggio divulgato ieri dalle Fiamme Oro - . Sempre partecipe ad ogni allenamento, era tra i primi a rispondere “Presente!” quando c’era da dare una mano nell’organizzazione dei numerosi eventi del gruppo sportivo della Polizia di Stato. Si allenava con noi da quando aveva 10 anni e con noi era cresciuto, prima da esordiente, poi da ragazzo e cadetto ed ora da allievo». «Da circa tre anni era seguito da Silvia Carli dedicandosi al lancio del giavellotto, specialità in cui aveva preso parte anche ai campionati italiani cadetti con la maglia della rappresentativa del Veneto ma quando serviva -ò prosegue il messaggio delle Fiamme Oro - per la squadra, era disposto a schierarsi anche in altre specialità, come era successo nella finale nazionale allievi di Cinisello Balsamo del 2018, in cui aveva gareggiato nel lancio del martello. Schivo e riservato, quando c’era da tifare per i compagni si trasformava, urlando a squarcia gola e incitandoli uno ad uno. La squadra innanzitutto, il gruppo prima di ogni cosa. Un bacio a te David e un abbraccio fortissimo alla tua famiglia»


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Gianluca Vialli e il cancro: «Non volevo morire prima dei miei genitori»
Video

Gianluca Vialli e il cancro: «Non volevo morire prima dei miei genitori»

  • Eroica 2019 con la testimonianza di Simone Barlaam

    Eroica 2019 con la testimonianza di Simone...

  • Barcellona-Inter, Conte: «Dobbiamo essere pronti ad affrontarli con o senza Messi»

    Barcellona-Inter, Conte: «Dobbiamo...

  • Champions League, stasera in campo Atalanta e Juve

    Champions League, stasera in campo Atalanta...

  • Diletta Leotta, i cori al San Paolo: "Fuori le tette"

    Diletta Leotta, i cori al San Paolo:...

  • Francesco Totti torna in campo: magie e prodezze dell'ex numero 10

    Francesco Totti torna in campo: magie e...

  • Balotelli con la figlia Pia in braccio, mamma Raffaella Fico pubblica il video su Instagram

    Balotelli con la figlia Pia in braccio,...

  • Milan-Fiorentina stasera alle 20.45, Giampaolo a caccia del riscatto

    Milan-Fiorentina stasera alle 20.45,...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
raffaello13
2019-02-20 11:36:28
Trovo poco convincente l'articolo che parla di "Morte naturale" di un ragazzo nel fiore degli anni e senza patologie conosciute. O Non era sano, oppure...

CALCIO

MOTORI

ALTRISPORT