ACCEDI AL Il Gazzettino.it


oppure usa i dati del tuo account

Italdonne nel mito, prima nazionale azzurra a vincere al Principality Stadium

Italdonne nel mito, prima nazionale azzurra a vincere al Principality Stadium

Dopo il trionfo dell'Under 20 di venerdì sera, un'altra splendida notizia giunge prima del confronto Galles-Italia fra le nazionali maggiori. E' infatti una pagina di storia quella scritta dall'Italia Femminile che, sconfiggendo 22-15 l'omologa gallese, diventa il primo XV azzurro nella storia a violare il Principality Stadium di Cardiff. 

E' anche un successo da 5 punti nonché il primo dell'Italdonne di Andrea Di Giandomenico in un Sei Nazioni fino a questa domenica avaro di soddisfazioni. Una squadra giovane, work in progress, capace però anche di entrare nella leggenda.

Match che parte in discesa all'8° con la meta di Isabella Locatelli a finalizzare una bella manovra azzurra. Sillari trasforma e 7-0 per le ospiti. E' un'Italia aggressiva, pericolosa, una spina nel fianco nella difesa delle locali. Tuttavia non riesce a raccogliere i frutti. Anzi, va prima vicinissima al raddoppio con Barattin, poi subisce il calcio di Wilkins per il momentaneo 3-7. Momento durissimo perché, alla mezz'ora, con il Galles in controllo del gioco, c'è la segnatura di Butchers. Stupenda la reazione azzurra che, prima dell'intervallo, va ancora una volta oltre la linea magica grazie a una marcatura di Maria Magatti sugli sviluppi di una maul: 12-8.

Secondo tempo con la rimonta gallese? Tutt'altro: dopo un'altra opportunità sfumata, le italiane allungano sul 17-8 grazie a Beatrice Rigoni, che finalizza in bandiera un'azione cominciata dal perentorio affondo di Veronica Madia. Piove sul bagnato in casa Galles: al 52' c'è anche il giallo per la Clay, al 62' per la Butchers. Cionostante, anche in 14 le padrone di casa segnano con Harries (bella trasformazione della Wilkins) il 15-17. A quattro minuti dal termine il terzo giallo per le donne in maglia rossa con Harries. Al 79', ancora un bello spunto di Veronica Madia, ancora meta (la quarta, quella del bonus) con Sillari e quella che mette il sigillo sul 22-15 finale.

"Siamo state molto precise in fase offensiva – le parole di Giada Franco, nominata Women of the match - riuscendo a fermare il Galles in alcuni momenti cruciali del match. Sono orgogliosa di far parte di questa squadra".

“Volevamo tantissimo questo successo – il commento della capitana Sara Barattin - Ci mancava quel qualcosa che abbiamo tirato fuori oggi: questa è la vera Italia. E’ la vittoria del gruppo. Abbiamo avuto un piccolo momento di calo tra i primi due cartellini gialli del Galles, ma siamo state brave a reagire e ad andare in meta nel finale".

"Ci voleva un risultato del genere – la chiosa finale di Andrea Di Giandomenico -. In un palcoscenico come quello del Principality Stadium rende ancor più omaggio al lavoro che stiamo svolgendo. Il campo ha parlato e ha dimostrato cosa possiamo fare".

La partita contro il Galles sarà trasmessa in differita alle 20 su Eurosport 2. Prossimo impegno dell’Italdonne domenica 18 marzo, alle 15, a Padova, contro la Scozia nel match di chiusura del Sei Nazioni. In attesa del match tra Irlanda e Scozia, l'Italia intanto sale in classifica al quinto posto agguantando proprio il Galles, con 5 punti all'attivo.

Cardiff, “Principality Stadium” – domenica 11 marzo 2018
Women’s Six Nations, IV giornata
Galles v Italia 15-22 (8-12)
Marcatori: p.t. 8’ m. Locatelli tr. Sillari (0-7); 28’ c.p. Wilkins (3-7); 32’ m. Butchers (8-7); 39’ m. Magatti (8-12); s.t. 49’ m. Rigoni (8-17); 69’ m. Harries tr. Wilkins (15-17); 79’ m. Sillari (15-22)
Galles: Jones; Joyce (67’-76’ Neumann), Lake, Wilkins, Kavanagh-Williams; Snowsill (57’ Donovan), Bevan (59’ Knight); Harries, Lewis (55’ Davies), Butchers; Clay, Lillicrap (63’ John); Evans, Philips (cap.), Thomas
A disposizione non entrate: Jones, Pyrs, York
All. Rowland Phillips
Italia: Furlan; Stefan, Sillari (35’-41’ Muzzo), Rigoni, Magatti; Madia, Barattin (cap.); Giordano, Locatelli, Franco; Duca (55’ Arrighetti), Ruzza (72’ Pillotti); Gai, Bettoni, Giacomoli
A disposizione non entrate: Turani, Ricci, Merlo, Veronese, Busato
All. Di Giandomenico
Arb. Marie LeMatte (FFR)
Cartellini: al 53’ giallo a Clay (Galles); al 62’ giallo a Butchers (Galles); al 76’ giallo a Harries (Galles)
Calciatori: Sillari (Italia) 1/3; Wilkins (Galles) 2/3; Rigoni (Italia) 0/1
Woman of the match: Giada Franco (Italia)
Punti conquistati in classifica: Galles 1; Italia 5


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Tortu da record: eccolo correre come un fulmine già a 12 anni
Video

Tortu da record: eccolo correre come un fulmine già a 12 anni

  • Tifosi brasiliani in volo esultano ad ogni gesto della hostess

    Tifosi brasiliani in volo esultano ad ogni...

  • Donnarumma impegnato negli esami di maturità: ironia e polemica sui social

    Donnarumma impegnato negli esami di...

  • Nainggolan si riprende in bagno e canta l'inno belga

    Nainggolan si riprende in bagno e canta...

  • Mondiali, Robbie Williams rischia grosso dopo il gestaccio: ecco cosa potrebbe accadergli in Russia

    Mondiali, Robbie Williams rischia grosso...

  • L'interista Karamoh sui social: "Juve di m...". Poi le scuse

    L'interista Karamoh sui social:...

  • Roberto Mancini, la confessione: «Non ho giocato un minuto ai Mondiali»

    Roberto Mancini, la confessione: «Non...

  • Paola Ferrari e la chiusura dello storico programma Rai: soppresso 90° minuto?

    Paola Ferrari e la chiusura dello storico...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
Arturo Presotto
2018-03-11 18:41:40
Come si diceva...non capisco niente di Rugby, l'unica cosa chiara è che alla fine l?italia perde...

CALCIO

MOTORI

ALTRISPORT