ACCEDI AL Il Gazzettino.it


oppure usa i dati del tuo account

Formula 1, Brasile: pole ad Hamilton, secondo Vettel

Formula 1, Brasile: pole ad Hamilton, secondo Vettel

La zampata del campione del mondo non lascia scampo alle Ferrari, che in Brasile hanno l'ultima chance per cercare di strappare il titolo costruttori alla Mercedes. Le Rosse sono veloci, molto, ma Lewis Hamilton, pur col titolo già in tasca, non molla di un centimetro e centra la decima pole stagionale, che è anche la 100/a in assoluto per la Mercedes, col miglior tempo in assoluto sul circuito di Interlagos (1'07«28). Sebastian Vettel, causa anche un lieve errore nel giro decisivo, deve accontentarsi del secondo tempo, staccato di poco meno di un decimo. Seconda fila in fotocopia, con Valtteri Bottas che partirà poco avanti a Kimi Raikkonen, mentre in terza fila si schiereranno Max Verstappen con la Red Bull e Marcus Ericsson con la Sauber Ferrari, visto che Daniel Ricciardo, sesto nei tempi con la seconda Red Bull, partirà 11/o per una penalizzazione per sostituzione del turbo. Il meteo incerto ha rischiato di condizionare le qualifiche della penultima qualifica della stagione 2018, già nella Q1, dove è stato eliminato Fernando Alonso, sempre più vicino a un malinconico addio al Circus. Le Mercedes hanno mostrato subito di poter tener testa alle Rosse, segnando sempre il miglior tempo nelle tre sessioni. Hamilton, poi, è stato l'unico insieme con Ericsson a migliorare il proprio tempo nella Q3, rendendo vana la rincorsa di Vettel.

»Ho fatto un bloccaggio alla curva 8 e ho perso l'occasione«, ha dichiarato il tedesco, reso ancora più nervoso dal fatto di essere finito sotto investigazione, e a rischio sanzione, per non avere spento il motore e danneggiato alcune strutture quando è stato chiamato al bilancia per il peso durante le concitate fasi della qualifica. »Meglio se non dico nulla. Non dovrebbero chiamarci quando le condizioni sono così, non è giusto. Io volevo che si sbrigassero!«. Nessun intervento, invece, nei confronti di Hamilton che, durante le qualifiche, ha creato disturbo a Raikkonen e a Sirotkin, il quale ha rischiato grosso per evitarlo. Una nota di merito va al prossimo ferrarista Charles Leclerc, che a Q2 quasi conclusa ha cercato un disperato recupero per evitare l'eliminazione, contravvenendo ai consigli del suo muretto. Il giovane pilota ha avuto ragione, portando la propria Sauber al settimo posto in griglia. Una dimostrazione di carattere che avrà fatto piacere a Maranello, ma intanto tutta l'attenzione è per il Gp di domani. Le Ferrari hanno mostrato un ottimo passo-gara, servirà anche un pò di fortuna per rincorrere l'ultimo sogno.

Il Gran Premio si correrà alle ore 18.10 italiane.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA



F1, futuro in Ferrari per Mick Schumacher
Video

F1, futuro in Ferrari per Mick Schumacher

  • Tennis: Andy Murray si ritira, l'annuncio choc tra le lacrime

    Tennis: Andy Murray si ritira,...

  • Colpo di genio o furberia? Il "servizio" di Tomic lascia Kyrgios di sasso

    Colpo di genio o furberia? Il...

  • Rita Dalla Chiesa impaurita dalle esplosioni a Roma nord, era la "festa" dei tifosi della Lazio

    Rita Dalla Chiesa impaurita dalle esplosioni...

  • Cristiano Ronaldo si allena in palestra con Giorgina e il figlio

    Cristiano Ronaldo si allena in palestra con...

  • Calcio, Salvini: «Tornare a trasferte collettive, no a stop in caso di cori sconvenienti»

    Calcio, Salvini: «Tornare a trasferte...

  • Max Biaggi torna in a correre in moto. Dopo l'incidente aveva detto: «Mai più»

    Max Biaggi torna in a correre in moto. Dopo...

  • Schumacher compie 50 anni, la Ferrari: «Siamo tutti con te Michael»

    Schumacher compie 50 anni, la Ferrari:...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CALCIO

MOTORI

ALTRISPORT